Cogli l’attimo!

Vi racconto la giornata di sabato perché è stata particolarmente ricca di sorprese. Il mattino mi butto giù dal letto e mi vesto in fretta e furia perché i miei riescono a darmi uno strappo in centro solo di lì a poco. Cerco nell’armadio pantaloni e felpa rigorosamente neri perché in tutto questo tra un paio d’ore inizio a lavorare. Quindici minuti più tardi salto in macchina e dopo un’altra manciata di minuti salto giù perché arrivata a destinazione.

Senza avere ancora avuto il tempo di pensare a come ingannare le prossime due ore mi dirigo verso il porto e mi ritrovo davanti questo spettacolo! Il sole aveva appena deciso di farsi spazio tra le nuvole e di illuminare le onde del mare mentre si infrangevano grintose e spumeggianti sulla scogliera. Quasi incantata rimango lì seduta su un sasso a godermi il caldo dei raggi sul viso intervallati da spruzzi di acqua salata.

Sanremo

Sono sul marciapiede che assaporo l’atmosfera di un piacevole sabato mattina, adoro camminare senza meta per le vie del centro finché non mi viene in mente cosa fare di lì a poco. Per caso passo davanti alla Tavernetta, focacceria storica di Sanremo; subito un profumo di sardenaira e farinata appena sfornate mi pervadono e non resisto. Entro e prendo anche un bicchiere di spuma ma non potendo consumare all’interno del locale, un attimo dopo sono di nuovo per strada.

Non desisto dal mio desiderio di gustarmi in pace questo piccolo peccato di gola e mi installo vicino a un blocco di cemento su cui appoggio bicchiere e l’incarto della focaccia. Tempo di fare il primo morso e una coppia mi raggiunge, in quell’attimo condividiamo la stessa bramosia di assaporare quel pezzo di sardenaira così morbido e fragrante, su cui è stato appena spennellato un olio con capperi, acciughe e origano, una vera delizia. Uno scambio di sguardi e scoppiamo tutti e tre in una risata per il piacere condiviso in quel momento.

Guardo l’ora e mi avvio verso il negozio di abbigliamento in cui inizio il turno; oggi sono in veste di addetta all’inventario domani chi lo sa! Inizio a contare e a scannerizzare uno ad uno i codici a barre di calze, mutande, boxer, reggiseni, per poi passare a gonne, pantaloni, piumini, giacche di pelle, magliette e altro, altro ancora… quasi senza sosta. Per quanto la mia felicità sia ingiustificata, vista la mansione ripetitiva e basilare, armata di pistola scanner a sinistra e di etichetta a destra sono felice.

Lo sono perché sono in mezzo alle persone che in questo momento stanno facendo esattamente la stessa mia cosa, contano. Negli ultimi anni mi sono ripetuta sovente la parola non giudicare perché non sai mai la storia di una persona o del perché in quel momento della sua vita si trova esattamente lì, proprio dove sei tu, e anche se non vi parlate i vostri destini in qualche modo si intrecciano.

Io ad esempio non ho mai sopportato le parole disoccupazione e cassa integrazione per cui piuttosto che rimanere a casa ho iniziato un lavoro che per passa parola è venuto a bussare alla mia porta e ho deciso di dargli il benvenuto al di là della mansione in sè. L’essere grati e riconoscenti per tutto quello che ci capita tra le mani è un segno di rispetto nei confronti della vita, che ci strattona continuamente da un posto all’altro prima ancora che ce ne accorgiamo.

La pausa l’ho fatta seduta a un tavolino in penombra di una pizzeria; ho chiesto se fosse possibile uno strappo alla regola per non mangiare su una panchina! Nonostante la situazione surreale di dovermi nascondere per poter cenare a un tavolo, il gestore del locale non mi ha fatto mancare proprio nulla e mi sono sentita la sua miglior cliente della serata. Ogni tanto si avvicinava al tavolo per assincerarsi che non mi mancasse nulla e spazzolata via la pizza abbiamo brindato con un amaro.

E rieccomi nel negozio a bippare calze, mutande e reggiseni, è ormai sera, e la passo così. Infine, in cima alla scala per arrivare all’etichetta del foulard di un manichino sorrido tra me e me pensando alla frase: la vita è un susseguirsi di “qui e ora”. Rendi unico ogni momento a partire da adesso. E così decido di fare!

Perle di saggezza da condividere XD

Pubblicato da Super Ale

Mi chiamo Alessia, per chi mi conosce bene Super Ale! Voli pindarici e colpi di scena assicurati!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: